La tradizione: I biscotti di Meliga

Buongiorno followers!
Passato bene questo weekend di sole e di temperature quasi primaverili?

Oggi una ricetta dolce che vi servirà per la colazione di tutta la settimana…

BISCOTTI DI MELIGA

biscotti di meliga

Ingredienti per una buon quantitativo di biscotti

180 g di farina gialla di mais finissima (fioretto)
230 g di farina Bianca
200 g di zucchero
200 g di burro
5 uova medie
½ limone
Sale q.b.

Ammorbidite il burro per 30 secondi nel microonde.
In una ciotola mescolate le due farine con lo zucchero, con 4 uova leggermente sbattute, il burro morbido ma raffreddato, la scorza di ½ limone, un pizzico di sale ed amalgamate bene e con cura.

Tenete da parte da parte un tuorlo.

Raccogliete ora l’impasto ottenuto in una tasca da pasticcere con bocchetta larga e spizzata.

Foderate di carta da forno una placca e distribuite la pasta formando delle ciambelline o delle barrette ricurve, a vostro gusto.

Lucidate ora i biscotti ottenuti con il rosso d’uovo tenuto da parte e cospargeteli di zucchero semolato.

Cuocete in forno a 180* per ca 15/20 minuti.
Fateli ben raffreddate e conservatoli in una scatola di metallo.

Presentateli domani mattina a colazione con una buona marmellata e con una fumante tazza di latte o tè o meglio ancora, a merenda con una cioccolata calda e densa…

In alto i cucchiai e… Buona settimana!!!

Curiosità

Mistofrigo

Le paste di meliga sono un biscotto frollino tipico della zona del cuneese, in Piemonte.

Di origine antica, si vuole che siano nati per necessità di fronte ad un cattivo raccolto che aveva fatto salire alle stelle il prezzo del frumento.

I fornai cominciarono quindi a mescolare il fior di farina (oggi definito farina OO) con il fumetto di mais, cioè con la farina ricavata dal mais macinata finissima, del tipo non utilizzabile per la polenta ma destinata a confezionare dolci.

La peculiarità della macinazione molto fine favorisce la realizzazione di un biscotto dal gusto particolarmente definito e di struttura molto friabile.

Le paste di meliga sono passate da dolce fatto in casa a frollino da prima colazione

  • Tradizionalmente le paste di meliga si gustano da sole o con lo zabajone.
  • Altrettanto antico è l’uso di mangiarle con un bicchiere di vino passito, di moscato o di dolcetto, nel quale spesso vengono inzuppate.

I commenti sono chiusi.